Oggi parliamo di: ... 25 febbraio 1547 muore Vittoria Colonna

Il 25 febbraio del 1547 muore Vittoria Colonna poetessa del Rinascimento.

Figlia di una delle più importanti famiglie romane, i Colonna, divenne una delle donne più importanti del Rinascimento italiano, basti pensare che riuscì a creare un vero circolo culturale e artistico di cui facevano parte personaggi importanti come: Michelangelo Buonarroti, Ludovico Ariosto e altri.

Sin da piccola fu promessa in sposa a Ferdinando D’Avalos. Il matrimonio fu celebrato il 27 dicembre del 1509 a Ischia, nel Castello Aragonese, un matrimonio di convenienza per l’epoca che si trasformò in vero amore tra i due.  Quando Ferdinando D’Avalos nel 1525 rimase ferito nella battaglia di Pavia, Vittoria Colonna non fece in tempo a raggiungerlo per un ultimo saluto. Fu proprio grazie all’appartenenza al circolo artistico-culturale di Ischia, dedicandosi alla poesia, che trovò la forza di uscire dal dolore per la morte del marito. Da qui nascerà una delle più importanti poetesse italiane del periodo rinascimentale. Amore e spiritualità sono gli elementi importanti delle sue poesie. 

La sua opera poetica è conosciuta grazie ad alcune raccolte manoscritte, donate dalla stessa Vittoria a Margherita di Navarra e a Michelangelo Buonarroti.  La profonda amicizia che la legava a Michelangelo Buonarroti fu uno stimolo artistico e culturale per entrambi .  Si narra che la marchesa Vittoria Colonna, fu per Michelangelo una figura importantissima, ispiratrice di molte sue opere.  Vittoria Colonna, non solo donna d’arte e di cultura, ma anche capace di rivestire un ruolo politico, nonostante i contrasti della famiglia con il Papa, basti pensare che fu sospettata di eresia dall’inquisizione.  Vittoria Colonna, raffinata e culturalmente affascinante, una delle donne più importanti del Rinascimento italiano, muore il 25 febbraio del 1547.


…….”fu al desir primo e fia l’ultimo segno
la bella luce al sommo Ciel gradita
che sovra i sensi mia ragion sospinse”….. Vittoria Colonna