Stampa
Categoria: IN CUCINA CON GIULIA
Visite: 439

di Giulia Lafavia - Sweet and Salty Corner

Grosseto: La marmellata di peperoni gialli è buonissima come accompagnamento a formaggi di ogni tipo, soprattutto quelli stagionati.
Ho approfittato degli ultimi peperoni di stagione e l’ho preparata come scorta per l’inverno… se non finisce prima!

Come tutte la marmellate richiedono un po’ di tempo, ma il profumo che arriva quando si apre il barattolino e il sapore d’estate quando si assaggia ripagano di tutte le fatiche.
La particolarita’ di questa ricetta sta nel pizzico di cannella utilizzata, che conferisce una nota molto gradevole alla marmellata.

Questa è la mia marmellata di peperoni gialli.

Ingredienti (per un vasetto da circa 500 gr di marmellata di Peperoni Gialli ):
    1 kg di peperoni gialli
    500 gr di zucchero
    un pezzetto di cannella
    la scorza e il succo di un limone non trattattrattato

Ho lavato i peperoni, li ho asciugati bene e ho eliminato semi e filamenti bianchi dall’interno, poi li ho spezzettati grossolanamente.

Ho messo i peperoni in una pentola, ho aggiunto lo zucchero, la cannella (se utilizzate quella in polvere mettetene pochissima altrimenti il sapore troppo accentuato copre quello dei peperoni), il succo del limone e la sua scorza grattugiata e li ho fatti cuocere rigirando spesso con un mestolino di legno.

Quando i peperoni mi sono sembrati cotti, li ho frullati con il mixer ad immersione (se non lo avete va bene anche un passaverdure) perché preferisco non trovare pezzi di peperoni, ma è questione di di gusti, potete anche lasciarli così come sono.

Ho rimesso tutto sul fuoco finchè la marmellata non ha raggiunto la consistenza desiderata. Per questo ho fatto la prova del piattino: ho preso un cucchiaino di marmellata dalla pentola e l’ho appoggiato su un piattino che poi ho inclinato. Se la marmellata non scorre via troppo veloce allora è pronta, considerando che quando si raffredda tende a essere più densa.

Ho invasato la marmellata bollente in vasetti precedentemente sterilizzati fino ad un cm dal bordo che deve essere pulito.
Ho capovolto i vasetti per creare il sottovuoto e li ho lasciati  raffreddare cosi’ , coperti con un canovaccio.

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information