Luca Terrosi.jpgUscita di Sicurezza chiede di rimuovere lo striscione dallo stadio Zecchini

Terrosi: “Il nostro sostegno era per una realtà imprenditoriale del territorio, che ha fatto vivere alla città un sogno: con una nuova proprietà ‘esterna’ crediamo che il nostro appoggio non sia più necessario”

Grosseto: La cooperativa Uscita di Sicurezza chiede all’Us Grosseto calcio di rimuovere lo striscione e tutte le altre forme di sponsorizzazione definite per la stagione calcistica in corso dallo stadio comunale Carlo Zecchini di Grosseto.  “Da sempre – spiega il presidente Luca Terrosi – cerchiamo di sostenere le realtà sportive del nostro territorio e, anche nel caso del Grosseto calcio avevamo deciso di dare un contributo importante alla famiglia Ceri che, con sacrificio e impegno, aveva fatto vivere alla città un sogno, portando la squadra biancorossa a scalare le classifiche fino alla Serie C e dando vita al moderno centro sportivo di Roselle. Adesso che la società è venduta, e che il nuovo proprietario non è un imprenditore del territorio, non vediamo più la necessità del nostro sostegno e per questo, pur avendo onorato il contratto sottoscritto, chiediamo di rimuovere il nostro logo e la nostra immagine. Come realtà locale, attiva nel sociale e attenta ai valori dello sport e dell’educazione sportiva, crediamo che il nostro appoggio avesse senso per una squadra guidata da una proprietà espressione anche del tessuto imprenditoriale del territorio: adesso che questa condizione viene meno non riteniamo che sia più necessario il nostro appoggio. Ciò nonostante, facciamo i nostri auguri di buon lavoro alla squadra, sperando che possa uscire dalla situazione di difficoltà in cui si trova. Ringraziamo ancora la famiglia Ceri per l’impegno di questi ultimi anni”.