Via Atene e via Londra, Marrini: "Nel parco regna il degrado, zona abbandonata"

Follonica: “Lampioni non funzionanti, fili della corrente scoperti e ciondolanti, giochi per bambini danneggiati: nel parco in zona Cassarello, tra via Atene e via Londra, regna il degrado”. Il consigliere comunale Sandro Marrini non usa mezzi termini per descrivere la situazione della pinetina situata in uno dei quartieri più frequentati di Follonica.


“Lo stato di abbandono in cui versa il parco è veramente desolante – sottolinea Marrini – ed è la cartina di tornasole che testimonia come il Comune snobbi i lavori di manutenzione ordinaria in città. Il parco, in cui sono soliti giocare numerosi bambini, è pericoloso. Oltre ad essere poco illuminato, ci sono dei fili della corrente che escono da alcuni contatori: cosa succede se per caso uno dei piccoli frequentatori della pinetina li tocca? Inoltre, la staccionata che delimita l’area è stata abbattuta in alcuni tratti e i cestini per gettare i rifiuti sono rotti e insufficienti, con l’immaginabile conseguenza che la zona è piena di cartacce sparse in qua e in là. La manutenzione del verde da parte dell’amministrazione comunale è, come del resto in altri quartieri, insufficiente: il vento che ha soffiato nei giorni scorsi ha provocato il cedimento di alcuni rami dei pini, che adesso costituiscono un rischio per l’incolumità delle persone che si trovano a passare di lì. Ridotta in queste condizioni e con poca illuminazione, la pinetina può diventare facile preda di malintenzionati, soprattutto quando cala il sole, sia in estate che in inverno”.


“Fra l’altro, il parco confina con un’area di sgambamento per cani, frequentata dai follonichesi e dai loro amici a quattro zampe – continua Marrini -. E’ ovvio che trovarsi vicino ad un parco così degradato scoraggia i padroni degli animali ad utilizzare questo servizio. Come se non bastasse, le vie parallele alla pinetina, via Atene e via Londra, hanno parte dei marciapiedi completamente inesistente. Dato che queste strade sono percorse molto spesso da pedoni, c’è il rischio che le auto possano investirli. Inoltre, il parcheggio per disabili presente nella zona, oltre ad avere le strisce quasi completamente consumate, è collocato nei pressi di una buca causata dalla mancata manutenzione dell’asfalto. Ecco, quando piove, si creano delle pozze in prossimità dello stallo, che mettono in difficoltà le persone che lasciano la macchina in questo parcheggio”.


“E’ inutile che il Comune annunci un faraonico Piano triennale delle opere pubbliche, quando poi trascura una delle zone più importanti della città – termina Marrini -. Purtroppo, il sindaco Benini e la sua Giunta ci hanno abituato ad annunci mirabolanti che assomigliano più a spot di una perenne campagna elettorale piuttosto che a reali e concrete intenzioni di migliorare il decoro della città. Non è sufficiente vantarsi di aver risistemato, fra l’altro con pessimi risultati, le vie parallele al centro, quando angoli della città, come la pinetina nei pressi di via Cassarello, sono in preda ad un profondo degrado. L’amore per la propria città e la capacità di amministrare correttamente il patrimonio pubblico passano anche, se non soprattutto, dal valorizzare le realtà più piccole di un territorio”.