Verso le amministrative, Bambagioni: La sanità ha bisogno di più accortezze e di assumere subito del personale'

Grosseto: L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo purtroppo da due anni, ha messo in luce problematiche della sanità notevoli anche nel territorio grossetano.

Per questo, Daniele Bambagioni, candidato al consiglio comunale nella lista civica “Vivarelli Colonna Sindaco”, vuole cercare di districare un po' i nodi.

“L’ospedale di Grosseto è un polo molto importante per la cittadina comunale e non – spiega Bambagioni – copre un territorio estremamente vasto e si devono sostenere servizi importanti per tutta l’area. Manca il personale purtroppo e si deve assumere subito medici ed infermieri, perché purtroppo in questo momento molti reparti sono in grande difficoltà a sbrigare l’ordinario, figuriamoci lo straordinario”.

Inoltre, l'assistenza socio-sanitaria in Toscana prevede la costituzione delle Società della Salute attraverso le quali società, dotate di autonomia giuridica, economica e funzionale, i Comuni e le USL territoriali di riferimento gestiscono i servizi sul territorio.

“Nell'ambito provinciale grossetano esiste una sola SdS. che è il Coeso che rappresenta l'unione di tre ex SdS ovvero quella amiatina, quella delle Colline Metallifere e quella dell'area grossetana per coprire i bisogni di una popolazione di circa 180.000 abitanti – continua Bambagioni - La zona Sud non ha mai costituito la SdS e i servizi vengono gestiti in parte dai comuni e in parte dalla Usl. Purtroppo però la società si occupa poco delle politiche che attengono più alla città di Grosseto, lasciando indietro la prevenzione e soprattutto i giovani”.

In particolare il comune di Grosseto rappresenta da solo oltre la metà della popolazione interessata da detta SdS ed ha caratteristiche tipiche di un comune capoluogo: il disagio giovanile e la tensione abitativa ad esempio sono tipiche, se non uniche, nell'ambito interessato. “Dobbiamo cercare di aiutare i giovani grossetani che si trovano in difficoltà – conclude Bambagioni – sono loro il futuro del nostro capoluogo e vorrei che ogni singolo cittadino sia tutelato ed aiutato da chi sta al comando della città”.