Trentennale dell'Atlante Srl, un’azienda in costante crescita

17 milioni di fatturato nel 2022, 24 milioni nel 2023 e a luglio la costituzione della holding. Inaugurata la nuova sede di rappresentanza in via Garibaldi 40. 

Grosseto: È stata inaugurata questo pomeriggio, con la preview della mostra fotografica di Francesco Minucci “Per nascita e per scelta”, la nuova sede di rappresentanza di Atlante srl, a Grosseto, in via Garibaldi 40. Una sede di rappresentanza prestigiosa, per un’azienda che opera con successo nel settore della formazione, dell’edilizia e del restauro con una costante crescita, numerica e qualitativa. Il 2022, l’anno dei 30 anni di attività, Atlante srl chiuderà con un fatturato che si aggira intorno ai 17 milioni di euro. 24 milioni è la previsione per il 2023. E a luglio sarà costituita la holding.

Gianni Lamioni“Atlante nasce come cooperativa, nel settembre 1992, da mia idea imprenditoriale. – spiega il fondatore e presidente Giovanni Lamioni – Inizialmente forniva servizi di vario genere, per poi accreditarsi nel 1995 come agenzia formativa. Quella è stata la prima importante svolta. L’anno successivo abbiamo gestito un corso di formazione della Regione rivolto a donne restauratrici; decidemmo di assumerne 5, attivando così anche il settore del restauro, che è tuttora uno degli asset fondamentali. Oggi siamo una delle poche aziende in Italia ad avere ottenuto la certificazione SOA OS 20 che consente di lavorare su edifici protetti dai Beni culturali e dalle Soprintendenze. Sette anni fa Atlante si è poi trasformata da cooperativa in Srl. Da quattro anni abbiamo attivato anche il settore dell’edilizia, dove siamo particolarmente attivi con i bonus edilizia”.

“Abbiamo continuato a crescere – prosegue Lamioni - grazie alla nostra squadra, composta da 28 dipendenti a tempo indeterminato, 6 collaborazioni a partita iva e diverse aziende in subappalto, anche del territorio, che lavorano con noi. Quest’anno festeggiamo i 30 anni di attività chiudendo con tutta probabilità il fatturato intorno ai 17milioni di euro. Il previsionale del 2023, già approvato, è di 24 milioni di euro. A luglio un altro passaggio importante: costituiremo la holding Lamioni posseduta al 100% dalla mia famiglia e la holding a sua volta possiederà Atlante Formazione e Atlante costruzione e restauro, perché entro settembre faremo la scissione da un'unica società, costituendone 2 distinte. Stiamo lavorando per attivare a fine 2023 anche una terza società nel settore turistico ricettivo, per la quale prevediamo l’acquisto di strutture agricole sul territorio e stiamo valutando anche l’acquisizione di un immobile a New York. L’azienda è strutturata patrimonialmente con un nuovo capannone in via Genova, gli uffici amministrativi in via Filippo Corridoni e la nuova sede di rappresentanza, in pieno centro storico, che riteniamo fondamentale in vista delle sfide future che ci attendono”.

Giovanni Lamioni si è sempre diviso tra la sua azienda e gli impegni pubblici. Oggi è presidente di Confartigianato Imprese Grosseto, vicepresidente vicario regionale della Confartigianato e vicepresidente nazionale di Artigiancredito. È docente titolare di due cattedre all’università telematica Pegaso in Artigianato artistico e Marketing vitivinicolo (tre studenti si sono laureati con lui e altrettanti lo faranno a breve). Da tre anni è anche alla guida di Artex. In passato è stato presidente della Camera di Commercio, vicepresidente di Unioncamere e vicepresidente di UAPME Unione Europea dell"Artigianato e delle Piccole e Medie Imprese. Nel 2013 ha ricevuto il Grifone d’Oro, massimo riconoscimento della città di Grosseto.

Viola Lamioni“Da queste esperienze ho avuto tante soddisfazioni – afferma Giovanni Lamioni – anche se spesso mi hanno tenuto lontano dall’azienda. Il mio obiettivo adesso è quello di continuare a far crescere Atlante, arrivando al prossimo step dei 30 milioni di euro. Poi se i miei figli Viola (nella foto sopra) e Francesco lo vorranno, tra qualche anno, mi piacerebbe averli al mio fianco in azienda”. Dal 2017 opera, inoltre, la Fondazione Atlante a supporto di diverse iniziative nel territorio. “Solo nell’ultimo mese la Fondazione –conclude Giovanni Lamioni - ha finanziato un concerto in cattedrale con l’esecuzione del Requiem di Mozart e uno spettacolo di Fabio Cicaloni su Milva. Finanzieremo interamente il volume fotografico di Francesco Minucci, legato alla mostra “Per nascita o per scelta” di cui abbiamo ospitato la preview. Per il trentennale di Atlante, realizzeremo a settembre un grande evento a Principina Mare, per il quale prevediamo tanta affluenza di pubblico. È il nostro modo di ringraziare il territorio che ci ha voluto bene. “