Tre milioni per i contributi agli impianti di risalita

Il bando è aperto fino al 12 settembre

Firenze: C'è tempo ancora fino al 12 settembre, per presentare domande di partecipazione al bando regionale per la concessione di contributi straordinari per la riqualificazione, l’innovazione e il potenziamento degli impianti di risalita di proprietà pubblica della montagna toscana.

Scopo della misura, fino ad esaurimento delle risorse, è sostenere interventi di esecuzione di opere pubbliche per la riqualificazione, il rinnovo ed il potenziamento degli impianti sciistici a fune adibiti al trasporto di persone della Toscana, oltreché promuovere l’acquisizione al patrimonio pubblico, per i medesimi fini, di impianti sciistici di proprietà dei privati.

Potranno presentare domanda sia soggetti pubblici che privati. Il bando è, infatti, destinato a Comuni, Unioni di Comuni e Province proprietari degli impianti di risalita della Toscana o che intendano procedere all’acquisto di impianti esistenti da privati. Al tempo stesso potranno presentare domanda anche privati concessionari, limitatamente ai beni oggetto della concessione, purché individuati dall’Ente pubblico proprietario in maniera aperta e trasparente ed a cui venga applicato, per l’uso dell’infrastruttura, un prezzo di mercato congruo.

Le risorse disponili complessivamente ammontano a 3 milioni di euro suddivise in tre annualità: 1 milione 200 mila per il 2022, 1 milione 200 mila per il 2023 e 600 mila euro per il 2024.

Le domande dovranno essere inviate per via telematica a Sviluppo Toscana.