Stravince la Rolex Cup di Porto Cervo l’H2O maxi Vallicelli di porto all’Argentario

Monte Argentario: Ha vinto per la quinta volta da Guinnes e nettamente tutte le regate della sua classe ricevendo il trofeo della Rolex Cup 2022 dallo Yacht Club Costa Smeralda, il maxi yacht H2O progettato da Vallicelli che sosta tutto l‘anno a Porto Santo Stefano ed è comandato dal santostefanese Alessandro Galeani vicepresidente dell’Associazione Marittimi Argentario.

H2O ha trionfato per la quinta volta nella categoria Mini Maxi 3&4, il primo nella storia che ha vinto tante edizioni, con quattro primi posti seguito nell'ordine da Mylius 65 FD, Oscar 3 e il Dehler 60 Blue Oyster, regata che verrà anche ricordata per il debutto in una classe apposita di Flying Nikka, il primo mini maxi foiler ad essere stato costruito, in considerazione della sua concezione completamente diversa rispetto alle barche tradizionali, nella quale era l'unico concorrente. L’equipaggio di H2O era composto da composto da Riccardo De Michele armatore, Alessandro Galeani comandante, Lorenzo Bodini tattico e poi Roberto Saletti, Daniele Bresciano, Max Marini, Alberto Grippo, Lorenzo Loik, Giorgio Silvestri, Stefano Leonardi, Lorenzo Cameli, Stefano Schiano, Marco Nicolai, Catello Giobbe, Lorenzo Canterini, Marco Annichiarico, Gian Grasso, Marco Annichiarico e Tommaso La Rocca, Davide Fuzzi e Andrea Casimirri.

La 32^ edizione della Rolex Cup è stato un evento speciale organizzato a Porto Cervo dallo YCCS dove si sono ritrovati alcuni dei migliori velisti del mondo a bordo sia dei J Class, progettati negli anni '30 del Novecento sia sui Maxi all'avanguardia dello yacht design. Bravissimi lo staff dello YCCS diretto dal comandante Edoardo Recchi che ha organizzato la regata con un perfetto galateo yachting e poi il Comitato di Regata, la Giuria internazionale, gli armatori e i velisti, tutti bravi.

Artemare Club ha atteso il ritorno di H2O al molo Garibaldi di Porto Santo Stefano per il saluto alla voce, come si usa nell’etichetta navale per onorare i vincitori e per documentare il ritorno del trionfante maxi yacht al suo “homeport”.