"Pacchetto scuola" esce l'incentivo economico per l’anno scolastico 2022/23

Le domande devono essere presentate entro e non oltre il 21 Settembre 2022.

Orbetello: Il Comune di Orbetello rende nota l’uscita dell’incentivo economico individuale "Pacchetto scuola" per l'anno scolastico 2022/2023.

Le domande di ammissione al Bando sono disponibili sul portale del Comune www.comune.orbetello.gr.it e presso la sede comunale in Piazza del Plebiscito 1.


DIRITTO ALLO STUDIO

Il "Diritto allo Studio" trova fondamento nella Costituzione, che lo sancisce all'art. 34. Nella Regione Toscana il quadro normativo di riferimento è la Legge regionale 32/2002, che promuove numerose azioni per garantire il diritto allo studio, tra le quali il sistema di contributi economici individuali a carattere selettivo, destinati alle studentesse e agli studenti delle scuole statali, paritarie private e degli Enti Locali, secondarie di primo e di secondo grado, appartenenti a famiglie in condizioni economiche svantaggiate.

Anche per l'a.s. 2022/2023 la Regione Toscana ha confermato un'unica forma di incentivo, denominato PACCHETTO SCUOLA.

PACCHETTO SCUOLA A.S. 2022/2023

Il Pacchetto Scuola è destinato alle studentesse e agli studenti residenti in Toscana ed iscritti per l'a.s. 2022/2023 ad una scuola secondaria di primo o di secondo grado, statale, paritaria o degli Enti Locali, inclusi gli iscritti ad un precorso di Istruzione e Formazione Professionale IeFP presso una scuola secondaria di secondo grado o una agenzia formativa accreditata. Si richiede al COMUNE DI RESIDENZA.

È possibile fare domanda, sull'apposita modulistica, dal 29 luglio al 21 settembre 2022. L'istanza può essere presentata direttamente al protocollo dell'Ente, oppure inviata per PEC all'indirizzo PEC del Comune di Orbetello (protocollo@pec.comuneorbetello.it).

UTILIZZO DEL CONTRIBUTO

Il Pacchetto scuola è finalizzato a sostenere le spese necessarie per la frequenza scolastica, quali libri scolastici, altro materiale didattico e servizi scolastici. Il beneficiario non è tenuto a produrre documentazione di spesa ma a conservarla per successivi controlli ex post. IL Comune effettuerà un controllo a campione sulle dichiarazioni rese e sulle ricevute delle spese sostenute durante l'a.s. 2022/2023 su almeno il 10% dei beneficiari, pena la revoca del beneficio. Pertanto si raccomanda di conservare le ricevute/fatture delle spese sostenute per libri/materiali/servizi scolastici durante l'a.s. 2022/2023 per almeno un anno dalla concessione del beneficio.