Marrini: Ambulatorio radiologia chiuso fino agosto, sindaco intervenga

Follonica: “E’ passato poco più di un mese da quando il sindaco Benini, attraverso un videomessaggio, lanciava un accorato appello per denunciare i tagli al Punto di primo soccorso di Follonica e prometteva di sollecitare la Asl Toscana Sud Est affinchè i servizi sanitari venissero ripristinati. Bene, proprio nei giorni scorsi ho notato un cartello, apposto all’interno del distretto sanitario, che annuncia la chiusura dell’ambulatorio di radiologia dall’11 al 30 agosto e che invita i pazienti a ritirare i referti entro il 10 agosto”. Sandro Marrini, consigliere comunale di Follonica, torna a denunciare le criticità in ambito sanitario che attanagliano la Città del Golfo.


“Se non si trattasse di tematiche che riguardano la salute delle persone, sembrerebbe di essere su ‘Scherzi a parte’ e si potrebbe anche ridere di gusto pensando ad una situazione comica – sottolinea Marrini -, ma purtroppo questa è l’amara realtà che vivono gli abitanti della seconda città della provincia, che in estate, soprattutto nel mese di agosto, arriva a toccare le centomila presenze. Nel periodo clou della stagione, in cui moltissime persone si riversano sulle spiagge e ravvivano Follonica con la movida notturna, uno dei servizi sanitari più importanti chiude la saracinesca e riaprirà i battenti quando l’estate sarà agli sgoccioli. Una vicenda grottesca, quasi inverosimile: basti pensare che chi avrà bisogno di una radiografia per qualsiasi genere di problema, ad esempio una contusione o, nella peggiore delle ipotesi, una frattura, dovrà recarsi all’ospedale di Massa Marittima, dove, però, questo servizio è già stato vittima di pesanti tagli, se non addirittura dovrà farsi visitare all’ospedale di Grosseto. A causa di questa problematica, non solo si rischia di intasare ancor di più il Pronto soccorso del Misericordia, ma si costringono pazienti doloranti e bisognosi di cure a sobbarcarsi un viaggio di circa 50 chilometri verso il capoluogo maremmano”.

“E pensare che solamente il 10 novembre scorso, la Asl, attraverso un comunicato stampa, parlava di momentanea riduzione del servizio di radiologia nel distretto sanitario di Follonica. Sono passati quasi 9 mesi da queste rassicurazioni, ma la situazione non solo non è cambiata, ma è addirittura peggiorata – continua Marrini -. Inoltre, sembra che anche a settembre questo stesso continuerà ad operare a singhiozzo. Proprio per questo, serve un intervento a gamba tesa del sindaco e dell’amministrazione comunale per invertire il prima possibile la rotta di questa criticità. Benini e la sua Giunta battano i pugni sulle scrivanie dei vertici della Asl Toscana Sud Est e facciano sentire la loro voce in Regione, così come hanno fatto per l’inceneritore di Scarlino e per il rigassificatore di Piombino”.

“Qui infatti c’è in ballo una questione forse più importante di quella ambientale – termina Marrini -: la salute dei cittadini. Sono anni che lotto per avere un ambulatorio pediatrico a Follonica e adesso combatterò affinchè anche la radiologia possa tornare ad assicurare un servizio a pieno regime. Invito il sindaco Benini ad affiancarmi e ad abbandonare i vessilli politici: quando si parla di sanità, infatti, gli schieramenti politici non contano e bisogna essere uniti e compatti per tutelare al meglio tutti i cittadini, sia i residenti che i turisti”.