Continua l’allerta meteo per l’ondata di gelo artico che ha investito la Toscana

Firenze: Continua l’allerta meteo per l’ondata di gelo artico che ha investito la Toscana e buona parte dell’Italia. Nella mattinata di lunedì 23 gennaio la sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un nuovo codice giallo per il ghiaccio che riguarda soprattutto le province interne, a partire da quelle di Arezzo e Siena, le più fredde: nel corso della serata e nella notte le temperature - intorno ai 3-4 gradi di giorno - scenderanno ulteriormente rendendo ancora più rischioso avventurarsi sulle strade. 

Prosegue anche l’allerta neve sugli Appennini e sui rilievi al di sopra dei 3-400 metri. Le nevicate sono abbondanti nel Mugello e nel Casentino. Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha segnalato che a Badia Tedalda è caduto un metro di neve e alcune frazioni sono rimaste isolate e senza energia elettrica. Black out e criticità anche a Chiusi della Verna e a Sestino. In soccorso della popolazione sono intervenute la protezione civile e l’Enel. Neve anche sulla A1 fra la Toscana e l’Emilia Romagna, con attivazione del fermo temporaneo dei camion con carico superiore alle 7 tonnellate e mezzo. Sotto controllo gli accessi della E45 mentre il passo dei mandrioli è stato chiuso al traffico come, nel valdarno, la panoramica del pratomagno. Maltempo anche all’isola d’Elba dove la neve ha imbiancato il monte Capanne. Temperature massime in lieve risalita nei prossimi giorni ma di notte, soprattutto nel weekend, farà ancora più freddo.