Continua il festival "Segni al Giglio"

Fino al 25 giugno spettacoli, incontri con gli autori e attività per bambini e ragazzi

Isola del Giglio: Il festival SEGNI al GIGLIO continua fino al 25 giugno a offrire a famiglie e turisti, bambini e bambine, ragazzi e ragazze proposte di spettacoli e attività da condividere nella natura e nei luoghi più suggestivi dell’isola. Il programma di questa settimana vede l’arrivo di artisti internazionali: dai francesi della compagnia Les Sangles con un’imperdibile spettacolo di circo ai lituani Dansema Dance con una performance interattiva di danza per piccolissimi.

I primi li trovate a Campese (in via di Mezzo Franco, 19) mercoledì 22 e giovedì 23 alle 21:30: non hanno un tendone ma uno speciale furgoncino che si trasforma in circo ambulante per mettere in scena i rocamboleschi esperimenti de La Brigade di Depollution. Una squadra di acrobati che vuole contrastare l’inquinamento atmosferico e che tra voli e arrampicate, scale e prolunghe, ne combina di tutti i colori. Divertimento assicurato per tutte le età! Gli artisti lituani invece sono in Spazio Lombi, giovedì 23 (ore 17:00) e venerdì 24 (ore 17:00 e 18:15) con la perfomance World Whitout eyes (ingresso gratuito su prenotazione) da condividere a coppie genitori/figli adatta a bambini e bambine da 1 a 6 anni. Un’esperienza davvero unica in cui esplorare il movimento e lo spazio attraverso il movimento stesso, giocando con i costumi e gli oggetti di scena usati dai danzatori.

SEGNI al GIGLIO è anche per adolescenti con le proposte dedicate della TEEN Academy, un’International Cultural Summer Camp che ha visto approdare sull’isola ragazzi e ragazze da Mantova, Grosseto, Norvegia, Portogallo e Danimarca. Tra le proposte per la fascia d’età dai 12 anni in su, mercoledì 22, va in scena presso Spazio Lombi lo spettacolo Isotta (adatto dai 12 anni in su), dell’artista belga Sophie Hames: una rilettura della celebre leggenda dell’amore tra Isotta e Tristano narrata utilizzando marionette alte un metro e mezzo. Venerdì 24 invece una serata in compagnia dell’autore Federico Taddia che racconta ai più giovani la storia della più grande astrofisica italiana, Margherita Hack. Nata in via delle Cento stelle è l’ultimo libro di Taddia con il quale, il noto giornalista e divulgatore, rende omaggio alla Hack - alla quale era legato anche da un rapporto di amicizia oltre che di lavoro – proprio nell’anno in cui ricorre il centenario dalla sua nascita. Un romanzo necessario per mantenere viva la memoria di una personalità così affascianti che sin da piccola ha espresso con forza le proprie convinzioni, che ha vissuto all’insegna dell’amore per la scienza, per suo marito Aldo e per gli animali. L’evento ad ingresso gratuito su prenotazione si terrà presso il locale L’acciuga a Giglio Porto (Via Thaon de Revel, 27).

I biglietti per tutti gli eventi del festival si possono acquistare direttamente sul luogo dell’evento a partire da 15 minuti prima, ma si consiglia sempre di contattare la biglietteria (tramite msg WhatsApp 346.1335651) per verificare le disponibilità.