A Festambiente Ecopneus punta sulla sostenibilità

Grazie ad Ecopneus al Festival di Legambiente è stato realizzato un vero e proprio showroom della gomma riciclata: campi sportivi, piste ciclabili, aree gioco, arredi urbani, aree relax e tanto altro per una esperienza di economia circolare a 360°. Novità dell’edizione 2022, la nuova pavimentazione dell’area parcheggio realizzata con asfalto modificato con gomma riciclata.

Rispescia: Giocare a calcio e a basket su campi sostenibili e di ultima generazione, partecipare ad un convegno in una sala dall’acustica perfetta, riposarsi in una colorata e comoda area relax oppure divertirsi in un parco giochi ideato per far giocare tutti i bambini. Queste sono solo alcune delle concrete esperienze di economia circolare che potranno vivere i visitatori di Festambiente (Rispescia, Grosseto, 3 – 7 agosto) grazie alla gomma riciclata e ad Ecopneus, la società senza scopo di lucro tra i principali responsabili della gestione dei PFU-Pneumatici Fuori Uso in Italia.

Grazie ad Ecopneus è stata infatti realizzata negli anni a Festambiente una vera e propria città della gomma riciclata con tante soluzioni innovative per il divertimento di grandi e piccini: campi da calcio e da basket, minigolf, il parco giochi inclusivo TuttinGioco, piste ciclabili, miglioramento dell’acustica di una sala riunioni, arredi urbani, aree relax realizzati con la gomma riciclata da PFU.

Una testimonianza concreta dei benefici legati al recupero della gomma riciclata che quest’anno si arricchisce ulteriormente con la nuova pavimentazione dell’area parcheggio del Festival realizzata grazie all’utilizzo di asfalto modificato con l’aggiunta di Tyrexol, un polverino di gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso appositamente ingegnerizzato per migliorarne la lavorabilità. L’intervento è stato realizzato con il contributo di Smacom, azienda partner di Ecopneus, Impresa Fratelli Massai e la società Rub-Lab. Gli asfalti in gomma riciclata rappresentano ad oggi una tecnologia unica, già adottata su oltre 670 km di strade in tutta Italia, che presenta notevoli vantaggi: maggiore resistenza all’usura e alla formazione di crepe e buche, durata fino a 3 volte quella degli asfalti convenzionali, con un conseguente contenimento dei costi di manutenzione, e una riduzione del rumore generato dal passaggio dei veicoli fino a 5 dB.


“Anche quest’anno siamo felici di essere qui insieme a Legambiente e portare una testimonianza tangibile dei benefici legati alla corretta gestione dei PFU - ha dichiarato Federico Dossena Direttore Generale di Ecopneus – Festambiente rappresenta un’esperienza unica in Italia dove è possibile trovare le migliori innovazioni in tema di economia circolare grazie alla gomma riciclata dei Pneumatici Fuori Uso. Come Ecopneus ci impegniamo da sempre per sostenere il mercato delle applicazioni della gomma riciclata, stimolando e incentivando il miglioramento continuo dei processi e dei prodotti del trattamento con l’obiettivo di massimizzare i benefici per la collettività derivanti dal recupero dei PFU, come quelli che è possibile trovare a Festambiente”.

Dal 2014 Ecopneus ha scelto di portare a Festambiente una testimonianza dell’economia circolare dei Pneumatici Fuori Uso attraverso moltissime installazioni, aree e camminamenti. Dal riciclo dei PFU si ottiene infatti preziosa gomma riciclata per la realizzazione di superfici sportive, isolanti acustici e antivibranti, piste ciclabili, playground, elementi dell’arredo urbano, asfalti “silenziosi” e duraturi e tanto altro ancora.

Grazie alle attività di recupero e riciclo di Ecopneus, in dieci anni di attività il nostro Paese ha risparmiato oltre 1,15 miliardi di euro sull’importazione di materie prime, sono state evitate emissioni di CO2 equivalenti per oltre 3,36 milioni di tonnellate ed è stato evitato il consumo di 15,5 milioni di m3 di acqua.