Mille miglia presentazione castigione pescaia.JPGCastiglione della Pescaia: Si stanno per accendere i motori a Castiglione della Pescaia per la 1000 miglia, che sosterà nella cittadina costiera giovedì 17 giugno.

Questa mattina, venerdì 28 maggio, all’interno del Camping village Baia Azzurra club, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione alla quale erano presenti il sindaco Giancarlo Farnetani e la sua vice Elena Nappi, assieme a Giuseppe Cherubini, Marcello Ferrari e Claudio Gialli, rispettivamente: vicepresidente comitato operativo, ufficio tecnico sportivo e referente territoriale di 1000 Miglia per la tappa di Castiglione della Pescaia.

«Ospiteremo – affermano soddisfatti il sindaco Giancarlo Farnetani e la vice Elena Nappi – un appuntamento di livello nazionale e internazionale giunto alla 39esima edizione. Le vetture della 1000 miglia faranno una sosta nel centro di Castiglione della Pescaia e alla loro ripartenza la giuria eseguirà un apposito controllo con il timbro del foglio gara».

auto mille miglia corsa.png«La 1000miglia – precisano gli amministratori - è una gara che è iscritta nel calendario delle manifestazioni di Aci sport e ogni anno vede la partecipazione di auto storiche e di equipaggi provenienti da tutto il mondo, con una copertura mediatica globale da parte di organi di stampa e mass media, ma soprattutto è imponente la presenza di appassionati lungo tutto il percorso».

«Il passaggio e la sosta nel nostro paese di questa speciale gara – dicono orgogliosi Farnetani e Nappi - offrirà una giornata di festa a castiglionesi e turisti, che potranno ammirare auto rare, difficilmente in circolazione sulle strade, ma soprattutto sarà un’importante occasione di promozione per il nostro territorio».

«È ormai tutto pronto per questa inedita versione di giugno della Freccia Rossa – anticipa Franco Gussalli Beretta, presidente di 1000 Miglia Srl - e non vediamo l’ora di intraprendere questo viaggio alla scoperta della bellezza italiana. Al centro della competizione resterà sempre la sicurezza a cui anche quest’anno abbiamo dedicato tanta attenzione e ci sarà un rigido protocollo che prevederà delle stringenti misure preventive per garantire massima tutela a tutti i piloti e ai partecipanti dell’evento. Abbiamo lavorato tanto seguendo il concetto di “Crossing the future” e focalizzandoci quindi sul futuro del brand e a questo proposito ci sono diverse novità. Proprio in questi giorni, ad esempio, verrà firmato un accordo per portare negli Emirati Arabi la 1000 Miglia Experience: un ulteriore passo che rafforzerà il carattere internazionale del marchio».

«Castiglione della Pescaia – sostiene Claudio Gialli referente territoriale della seconda tappa - nell'ottica di valorizzare inedite parti del territorio italiano da parte di 1000 Miglia è una gemma di rara bellezza incastonata in una natura incontaminata che sorprenderà i partecipanti».

«Siamo convinti – concludono Farnetani e Nappi – che Castiglione della Pescaia vivrà un momento di notevole interesse grazie a questo evento. Sarà l’occasione, in un periodo difficile come questo a causa della pandemia da Covid-19, di festeggiare l’inizio di una ritrovata normalità».

Un percorso che si snoda sulla principale arteria del capoluogo, transitando sulla strada panoramica, regalando ai partecipanti un vista mozzafiato del borgo medioevale che si staglia sul mare. I concorrenti attraverseranno le strade del centro del paese, che per l’occasione saranno chiuse al traffico, passando anche per il corso principale e sostando in piazza Ponte Giorgini, dove si terrà la pausa pranzo.

La parte agonistica riprenderà con lo spostamento in via Vespucci, dove sarà eseguito il timbro di controllo e subito dopo le auto usciranno dal paese in direzione Marina di Grosseto.

Fra le principali novità di questa edizione di 1000 Miglia spicca oltre al nuovo percorso, caratterizzato dall’inversione del normale senso di marcia della manifestazione, una scelta che richiama alla memoria le edizioni storiche di questo evento, anche la raccolta di adesioni che sta portando avanti l’organizzazione per far diventare questa manifestazione patrimonio mondale dell’Unesco.

Il 75% degli equipaggi sarà straniero e fra le 375 auto ammesse in gara spiccano oltre ad alcuni esemplari di particolare pregio iscritti in Lista speciale. Tra i modelli storici ci sono: due Bugatti Type 35 e cinque Bugatti Type 37; tre Maserati da corsa “ufficiali” della Casa del Tridente; undici Mercedes-Benz 300 SL, le famose “Ali di Gabbiano”.