LOGO Sinistra Italiana.pngFirenze: Sinistra Italiana Toscana aderisce e partecipa alla manifestazione promossa da Coordinamento 194, Libere Tutte – Firenze, Coordinamento Donne CGIL Toscana, Laboratorio per la Laicità, Il Giardino dei Ciliegi, Nodi Toscani Non una di meno.

Il tavolo regionale “Per la piena applicazione della legge 194”, aveva raggiunto nella scorsa legislazione importanti obiettivi: la contraccezione gratuita, l’interruzione di gravidanza farmacologica nei consultori e strumenti di contrasto all’obiezione di coscienza. Mancava il finanziamento dei consultori: ed è fondamentale, per la reale, completa applicazione dei precedenti punti. Ma tutto questo lavoro è stato disatteso.

La Regione Toscana è inadempiente su tutto: non applica le linee guida del Ministero che prevedono la pratica dell’aborto farmacologico nei consultori e che consentono la somministrazione delle pillole abortivi in un unico accesso. Non ha finanziato i consultori che versano in grave difficoltà: sia in termini di spazi che di personale e attrezzature. La Regione, inoltre, non non ha ancora ritirato i finanziamenti al Forum della famiglia che raggruppa associazioni dichiaratamente antiabortista.

Oggi saremo in piazza perchè è davvero inaccettabile il ritardo con cui la Giunta regionale toscana non applica la legge 194, né può essere una giustificazione la composita maggioranza ( Italia Viva, Pd e SCE) che la sostiene.

Il Partito democratico e la giunta toscana si stanno assumendo la grave responsabilità di non garantire diritto di scelta e la salute delle donne.