Stampa
Categoria: POLITICA
Visite: 449

Fabio Rampelli FDI.jpgRoma: "Draghi ieri ha di fatto confermato la sua candidatura a capo dello Stato. Altrimenti l'avrebbe negata ufficialmente è definitivamente.

Anche se noto una certa freddezza. Non c'è un gran movimento di persone che va in giro a cercare i voti dei grandi elettori e dei parlamentari per Draghi al Quirinale". È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia intervistato a 24 Mattino su Radio 24.

"Noi - prosegue - vogliamo le elezioni non oggi perché ci danno in forte crescita ma da quando eravamo rilevato al 4% perché vogliamo normalizzare la democrazia italiana che, nel quadro delle democrazie occidentali, è l'unica a sovranità limitata, nella quale è previsto che si possa diventare presidenti del Consiglio senza essere eletti in Parlamento e quindi senza il consenso popolare. Desideriamo che un Parlamento legittimo possa esprimere un governo autorevole che passi attraverso il voto. Ci sembra che sia questa l'essenza della democrazia". "Silvio Berlusconi - ha concluso Rampelli -sta facendo la sua partita. Siamo tutti in attesa che ci dica a che punto è con le relazioni, le alleanze e i voti dei grandi elettori. Quando ci sarà il numero legale e quindi l'ufficializzazione Fratelli d'Italia lo sosterrà".

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information