Castel del Piano.JPGResi ancor più complicati dall'impreparazione dell'Amministrazione

Castel del Piano: Il PD: due ordinanze in meno di 24 ore gettano il paese nel caos, servono azioni che tranquillizzino la nostra comunità. L'ordinanza sindacale del 7 Gennaio, in cui si sospendeva la didattica in presenza su tutto il territorio comunale dal 10 al 12 Gennaio compresi, è stata ritirata il giorno dopo, oggi. La prima ordinanza era stata emanata prima dell'incontro con la Regione e non successivamente, cosa che ha portato al ritiro della stessa. 

 Aver fatto tutto questo ha solo aumentato la confusione tra i cittadini.

In questa situazione non c'era certo bisogno di ulteriore caos e di illudere i cittadini. 

L'ordinanza di sospensione della didattica in presenza aveva una marea di elementi contrastanti. Perché non si è agito con più calma e criterio? Perché non ci si è coordinati con gli altri comuni amiatini e con gli altri livelli di Governo? 

Il ritiro dell'ordinanza è giustificato dall'Amministrazione scaricando la colpe tutte su Firenze. Anche questo sottolinea l'inadeguatezza di chi ci governa, incapace di ammettere i propri errori e di dialogare non solo con i colleghi ma anche con gli altri livelli di Governo. 

Un' ulteriore prova del fatto che a Castel del Piano siamo allo sbando. A farne le spese sono, questa volta, le famiglie, i genitori, i bambini, i ragazzi e il personale scolastico. Chi saranno i prossimi?

In attesa di ulteriori sviluppi e di possibili novità che magari possano coinvolgere anche gli altri comuni amiatini e che siano concordate anche con la Regione Toscana, noi ci siamo messi a disposizione di chi avesse bisogno. 

Il gran numero di nostri concittadini che sono costretti in casa, positivi o no, necessità di un aiuto di comunità. Proprio per questo abbiamo deciso di mettere in contatto chi ha bisogno con le associazioni che si occupano di recapitare la spesa a casa, ma ci siamo anche offerti di fare quattro chiacchiere (seppur telefoniche) con chi volesse, lasciando i nostri numeri. 

Sappiamo che è una goccia nel mare, ma in un momento così ci sembra il minimo da fare.

Chi volesse può contattarci a questi numeri: Federico - 3687275214, Samuele - 3428657132, Stanislao - 3337637053, Simona - 3398357692, Davide - 3338576724