consiglio regionale.pngLe parole del presidente Antonio Mazzeo: “Abbiamo perso un riferimento importante. Dei valori della libertà e della tutela dei diritti umani aveva fatto una bandiera. Le nostre iniziative per onorare la sua figura di europeista convinto”. Riascoltato il suo discorso dell’11 maggio

di Sandro Bartoli

Firenze: Una rosa bianca poggiata su un tavolo, accanto alla bandiera blu stellata dell’Unione europea, nell’Aula riunita, in memoria di David Sassoli. Poi, in ascolto del videomessaggio che il presidente del Parlamento europeo inviò all’Assemblea toscana<http://www.consiglio.regione.toscana.it/ufficio-stampa/comunicati/comunicati_view?idc=&id=29722>, in occasione della seduta solenne per la Festa dell’Europa, lo scorso 11 maggio, salutato al termine con un lungo applauso. Il Consiglio regionale della Toscana ricorda così la figura di David Sassoli, morto l’11 gennaio scorso. “Abbiamo perso un riferimento importante, autorevole, un protagonista della scena politica internazionale che ha dato lustro al nostro Paese fra i partner europei. Un toscano, che amava la nostra terra in maniera forte, non ci ha mai fatto mancare il suo supporto in questi anni e ha fatto sentire l’affetto vero e sincero che provava per la nostra Regione”, dice il presidente, Antonio Mazzeo, in apertura della seduta. “Un uomo delle istituzioni, serio, che si è messo a disposizione delle nostre comunità. David Sassoli ha fatto dei valori della libertà e della tutela dei diritti umani una bandiera, insieme alla parità di genere e al cambiamento climatico. Per noi – spiega Mazzeo – le parole di quel suo video messaggio rappresentano la strada da percorrere”.

La rosa bianca, “come ha spiegato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen – prosegue Mazzeo –, significava molto per David. Da giovane studente a Roma, ha guidato un gruppo giovanile che si chiamava così, in memoria dei coraggiosi giovani tedeschi che avevano combattuto contro i nazisti. Persone come loro erano modelli per Sassoli. I loro valori erano i suoi valori: antifascismo, democrazia, rispetto della dignità umana. David ha combattuto per questi valori per tutta la vita”.

Il presidente ricorda che con una deliberazione unanime dell’Ufficio di presidenza, il Consiglio regionale ha già deciso di intitolare a David Sassoli il nuovo Media Center che sarà inaugurato al primo piano del palazzo del Pegaso nelle prossime settimane. “E altre iniziative abbiamo intenzione di organizzare, per ricordare in questa sede la sua figura di europeista convinto. Esprimo ancora una volta la vicinanza alla famiglia: alla moglie e ai figli arrivi il cordoglio di tutto il Consiglio regionale della Toscana”.