Stampa
Categoria: CULTURA & SPETTACOLO
Visite: 536

FiabeTikTok_BubamaraTeatro.jpgLunedì 10 gennaio un nuovo anno con la compagnia di sede a Buti.

Buti: Il social più in voga del momento diventa la “scusa” per reinventare storie, uno strumento che una regia attenta conduce alla consapevolezza di sé. In streaming sul canale youtube dedicato, una produzione nata in pandemia frutto della ricerca triennale sui "ritratti dal vero" all'interno del cartellone “Modesta proposta”. Con il teatro e la formazione proviamo ad affiancare fanciulli e ragazzi, con la speranza di risvegliare in loro le emozioni e l'attitudine a scoprire il loro meraviglioso sé.

Lunedì 10 gennaio ore 10.00 la compagnia Bubamara Teatro, Residenza Artistica della Toscana con sede nel Teatro di Buti (Pisa), presenta Fiabe Tik Tok in streaming. "Abbiamo deciso di esplorare uno dei social più discussi del momento (Tik Tok) e abbiamo scoperto – afferma Paola Marcone, direttore artistico di Bubamara - un universo di balletti innovativi e ammiccanti, sketch esilaranti quanto improvvisati, riprese interne, riprese esterne, primi piani estremi, inquadrature domestiche, ironico utilizzo dei familiari, acrobazie, travestimenti, mirabilia ed anche giochi di playback... ovvero, niente di nuovo. I figli si divertono con gli stessi trastulli della generazione precedente, quindi: dobbiamo avere paura? Ci siamo sentiti autorizzati a fare un furto creativo e a mutuare da quel mondo l'utilizzo disinvolto del video, la rapidità di esecuzione e di fruizione. Abbiamo poi giocato a fare mash-up con le fiabe della tradizione classica e con musiche che accompagnano l'universo giovanile, per creare un video-racconto in cui gli attori non si incontrano mai, ma lavorano e interagiscono esclusivamente da remoto. Non conosciamo che altra strada che quella della flessibilità, della creatività, dell'osservazione.”

Fiabe Tik Tok è inserita all'interno dell’edizione 2021-22 di “Una Modesta Proposta”, rassegna che il Teatro di Buti", con la cura di Paola Marcone, dedica alle nuove generazioni in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus. "Durante la pandemia: sapevamo che non potevamo fermarci, ci siamo rinnovati e ci siamo inventati un nostro modo di fare teatro da remoto, è stato un momento di ricerca, di scambio e di crescita. Il gruppo delle Fiabe Tik Tok é stato spassosissimo – continua Paola Marcone - compagine disparata, con dispositivi, ambientazione, gusto del ready made diverso, ma ricchissimi di risposte. Al meet gli attori erano più puntuali che in teatro! Ci si collegava da vari angoli della provincia pisana e pure da Parigi! I contributi richiesti erano piccoli, come il progetto suggeriva: la narrazione volutamente a spot, frammentata e sminuzzata, era tenuta insieme da una robusta scrittura e dalla generosità degli attori."

Una nuova avventura in linea con l'intento di Bubamara Teatro di costruire un dialogo e una relazione costante con le nuove generazioni, che non sono un pubblico banale: "hanno reazioni molto istintive, senza le sovrastrutture culturali che condizionano gli adulti, per cui sono un'ottima cartina tornasole per testare attori, scrittura e regia. Dietro ad ogni spettacolo deve esserci cura e attenzione, un messaggio interessante e un linguaggio convincente. Le scelte sono molto difficili, per niente scontate ed adeguate alla loro (nuova) sensibilità. In più di venti anni di lavoro con i bambini e le bambine, con le ragazze e i ragazzi, abbiamo visto anche il trascolorare di più di uno scenario sociale e culturale. Nell'arco di questo tempo si è diffuso internet, in mano ad ogni giovane è spuntato un dispositivo, ogni minore rischia di diventare dipendente da videogiochi, serie e social. Siamo di fronte a cambiamenti sconvolgenti, di stagione in stagione, di fenomeno in fenomeno che si affaccia sullo sfondo, noi rimaniamo attaccati al nostro ideale: trasmettere la meraviglia delle emozioni dello spettacolo dal vivo. Diventa sempre più ostico, ma la sfida è sempre più accattivante.

 

 

BUBAMARA Teatro è una compagnia teatrale che opera da due decenni rafforzando il lavoro per la scena con un quotidiano lavoro laboratoriale tra scuole, biblioteche e altri contesti sociali. Ha base operativa nel Teatro "Francesco di Bartolo" di Buti, in provincia di Pisa. Dal 2016 è inserita nel RAT - Residenze Artistiche della Regione Toscana.

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information